FERRARA

           1° giorno: Ferrara             23 LUGLIO

Partenza da Campobasso in autobus GT in via Lombardia (pino nord – distributore del pane Barletta), alle ore 7.00, transito per Morcone/Benevento e partenza per Ferrara. Sosta lungo il percorso ogni due ore e per il pranzo al sacco. Arrivo a Ferrara. La città degli Estensi ospitò i più famosi artisti del tempo: Piero della Francesca, Leon Battista Alberti, Boiardo, Ariosto, Tasso. Arrivo nel pomeriggio, incontro con la guida e visita dei principali monumenti della città: la Cattedrale con la sua piazza, il Museo del Duomo, il Palazzo Comunale, Palazzo Schefanoia, Palazzo di Ludovico il Moro, il Castello Estense, il Palazzo dei Diamanti, la Pinacoteca Nazionale. Trasferimento in hotel. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

2° giorno: Rovigo

Colazione e visita con guida di Rovigo, nel cuore del Polesine. Città “riservata” ed elegante, l’altomedievale “Rhodigium” accoglie il visitatore con gli splendidi monumenti che custodisce, ma anche col fascino della natura “selvaggia” che la circonda. Pranzo in hotel e visita guidata del castello con le due torri chiamate Donà e Mozza, del Palazzo Roverella, del Chiostro San Bartolomeo e Palazzo Roncale. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

3° giorno: Chioggia

Prima colazione in hotel e partenza per Chioggia, seconda città per grandezza della laguna che vanta preziosi cimeli di un passato glorioso vissuto al fianco di Venezia. Visita della città passeggiando lungo le calli, i ponti, il mercato del pesce ed i monumenti storici. Pranzo in ristorante e pomeriggio libero per il classico “cicheto” con l’“ombra” di vino guardando le barche colorate che sfilano sull’acqua. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

4° giorno: Delta del Po

Dopo la prima colazione incontro della guida e conclusione del tour nel Delta del Po, vero e proprio prodigio della natura: una regione che rappresenta il più grande parco naturale italiano. Partenza da Gorino Ferrarese per navigazione sul Delta del Po con pranzo a bordo; si potranno osservare rarissimi esemplari di flora e fauna ed i “casoni”, capanne dal grande camino che erano punto di riferimento per il pescatore e per il guardiano di valle. Rientro a Gorino Ferrarese e partenza per il rientro.

FERRARA

Condividi