PONTE 2 GIUGNO – PUGNOCHIUSO 2021

Questo è il primo soggiorno confermato per il 2021

Ci hanno dato in opzione poche camere, chi è interessato può prenotare ed a febbraio 2021 verserà l’acconto e al 1 maggio il saldo.

Mi raccomando se c’è interesse prenotatevi senza nulla versare al momento (solo l’iscrizione alla CAPIT);

non pensate che è troppo presto perché i più furbi, prenotando, occuperanno le camere e quando vi decidete non ci sarà più disponibilità.

CAPIT MOLISE

PUGNOCHIUSO 2021

Condividi

COME DIVENTARE NUOVO SOCIO 2021

Per diventare nuovo socio della CAPIT Molise per prima cosa leggersi lo statuto, poi riempire la domanda ed il trattamento dei dati  allegati (dopo averli scaricati) ed inviati a info@capitmolise.it, o portati a mano, al nostro ufficio che di solito è aperto la mattina dalle ore 8.30 alle 13.00 dal lunedì al venerdì (meglio su appuntamento chiamando il numero 3791651060). La domanda, insieme al trattamento dei dati, sarà vagliata alla prima riunione del Consiglio Direttivo e, se entro 30 giorni non si riceve nessuna comunicazione via email o per telefono, il richiedente è dichiarato socio.

Il Presidente

ISCRIZIONE CAPIT Molise COVID

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Condividi

VITERBO BOLSENA E BAGNOREGIO 4 aprile

04 aprile

Partenza da Campobasso alle ore 7.30 da via Lombardia (pino nord-distributore del pane Barletta) in autobus GT per Caprarola. Transito per Morcone/Benevento. Arrivo e incontro con la guida per la visita del Palazzo Farnese a pagamento e pranzo al sacco. Proseguimento per Viterbo e visita con la guida del centro storico. Proseguimento per l’hotel posto sul lago di Bolsena, sistemazione nelle camere, cena e pernottamento.

05 aprile

1^ colazione in hotel e trasferimento a Civita di Bagnoregio località spettacolare da non perdere. Rientro in hotel;

Ore 13,00: pranzo; Partenza per Orvieto, e tempo libero per una passeggiata per la Città e della sua Cattedrale;

Ore 18:00: partenza per il rientro a Campobasso.

viterbo e bolsena

Condividi

ISOLA DEL GIGLIO

1° giorno:         Pitigliano – Sovana                       24 APRILE 2020

Partenza da Campobasso in autobus GT in via Lombardia (pino nord – distributore del pane Barletta), alle ore 7.30, via Morcone/Benevento, in autostrada per Pitigliano. Arrivo e pranzo al sacco. Incontro con la guida e visita della cittadina. La città sorge su un alto sperone tufaceo e le case si elevano intorno al ciglio della rupe, formando un’interrotta “bastionata”, una preziosa e naturale fortificazione. Case dai caldi colori, case medievali, arditi ponteggi di incredibile leggerezza, sembra un’immagine da fiaba. Sotto l’abitato “visibile” si nasconde una città invisibile, sotterranea, suggestiva. Dal piano terra delle case di Pitigliano si accede ad antiche cantine, granai, stalle ricavate nella massa tufacea. Proseguimento per arrivo a Sovana antica capitale della contea aldobrandesca, ricca di maestose memorie. Nei pregevoli interni del Palazzo dell’Archivio si conserva il mirabile fregio della grandiosa tomba etrusca “Ildebranda”. Proseguendo lungo la “via di mezzo” del paese si raggiunge il Duomo di Sovana risalente all’XI sec.; Sui costoni e lungo le valli che circondano il centro storico di Sovana si trova la Necropoli Etrusca scoperta nell’anno 1843. Numerose le tipologie di tombe presenti: a cassa, a edicola, a timpano, a dado, indubbiamente la più famosa del territorio è la tomba Ildebranda, tomba a tempio con colonne e capitelli, così chiamata in onore di Ildebrando da Sovana (Papa Gregorio VII). Proseguimento per l’hotel, cena e pernottamento.

2° giorno: Isola del Giglio

Prima colazione in hotel, incontro con la guida e partenza per Porto Santo Stefano per l’imbarco sul traghetto per l’Isola del Giglio, è la seconda per grandezza (21 chilometri quadrati) dell’Arcipelago toscano. Isola di natura granitica ricca di storia, leggende e panorami mozzafiato, splendida dinanzi al promontorio del Monte Argentario. Tre sono i suoi centri principali: Giglio Porto: Antico centro di pescatori si sviluppa a semicerchio lungo una piccola insenatura della costa orientale. Giglio Castello: Capoluogo dell’Isola, centro storico per eccellenza si trova arroccato a 405 metri di altezza. Il suggestivo Castello mantiene praticamente intatta la sua struttura urbanistica medievale ed è circondato da una cinta muraria di epoca pisana, intervallata da torri cilindriche e rettangolari. Pranzo in ristorante. Giglio Campese: Splendida insenatura che offre panorami di incomparabile bellezza, si distende su una lunga lingua di sabbia e scogli granitici, dominata dalla torre omonima, (Torre del Campese). Ritorno a Giglio Porto per lo shopping e quindi imbarco per il rientro sulla terraferma. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

3° giorno: Tarquinia

Prima colazione in hotel, partenza per Tarquinia ed incontro con la guida e visita della città. Accedendo al centro storico da una delle antiche porte d’accesso ancora ben conservate, è possibile raggiungere, percorrendo Via Porta di Castello, il primo e più importante nucleo medievale, con la splendida Chiesa Santa Maria di Castello. Continuazione della visita e delle tombe etrusche, tra le tombe più famose figurano la Tomba dei Leopardi, della Caccia e della Pesca, delle Leonesse, del Triclinio, del Guerriero, del Cacciatore, dei Cardarelli, del Fior di Loto. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio tempo libero. Verso le ore 17.00 partenza per il rientro a Campobasso.

 

ISOLA DEL GIGLIO

Condividi

ISOLA D’ELBA

1 maggioCAMPOBASSO – ISOLA D’ELBA

Partenza da Campobasso alle ore 7.30 da via Lombardia (pino nord-distributore del pane Barletta), transito per Morcone/Benevento, in autostrada per Piombino. Soste ogni 2 ore lungo il percorso. All’arrivo pranzo al sacco. Ritiro del biglietto marittimo della compagnia di navigazione all’ interno della Stazione Marittima. Operazioni di imbarco del pullman e persone e partenza per l’Isola d’Elba. Imbarco alle ore 15.40 ed arrivo a Portoferraio alle ore 16.40. Operazioni di sbarco ed incontro con il responsabile organizzativo del viaggio, il quale consegnerà materiale illustrativo dell’Elba e darà assistenza. Sistemazione presso l’hotel prenotato, cena e pernottamento.

2 maggioIsola d’elba

Prima colazione in hotel incontro con la guida e partenza per la visita del Museo Napoleonico di San Martino (a pagamento), residenza estiva dell’Imperatore in esilio. Proseguimento per Porto Azzurro con una breve sosta in località Mola e visita dell’Azienda Agricola, per effettuare una piccola degustazione dei vini D.O.C. ed i prodotti tipici dell’Elba. Arrivati a Porto Azzurro, sosta per una passeggiata nel centro storico della ridente cittadina dominata dalla Fortezza spagnola di San Giacomo oggi è il penitenziario, il cui centro è caratterizzato da un meraviglioso lungomare. Inoltre si potrà visitare la collezione di minerali e pietre dure Giannini con il suo piccolo museo dei minerali. Rientro in hotel e pranzo. Pomeriggio dedicato alla visita della parte occidentale dell’Isola, non mancheranno le stupende bellezze naturali e paesaggistiche dell’Isola, con alcune soste durante l’itinerario: Procchio, Isolotto della Paolina, Marciana Marina, graziosissimo paese di pescatori, con il suo caratteristico porticciolo dominato dalla Torre Pisana del XII secolo. Possibilità di visitare il laboratorio artigianale “Profumi dell’Elba” dove si producono profumi ed essenze con piante e fiori esclusivamente elbani. Proseguimento per Marciana a 370 metri sul livello del mare, circondata da boschi di castagni e lecci, che offre un’indimenticabile vista sulla sottostante vallata. Si continua passando per i paesini più caratteristici della costa occidentale, in ordine: S. Andrea, Chiessi, Pomonte Fetovaia, Secchetto, Cavoli fino ad arrivare a Marina di Campo. Questo è oggi il centro balneare più frequentato dell’isola, grazie alla sua lunga e bianchissima spiaggia. Breve sosta per il tempo libero. Si continua passando per la strada denominata “monumento” (panoramica dei due golfi) e Lacona. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

3 maggio ISOLA D’ELBA – CAMPOBASSO

Prima colazione in hotel incontro con la guida e partenza per la visita di Portoferraio: la residenza invernale di Napoleone, la villa “Dei Mulini” e del centro storico, antica città cinta da formidabili ed inespugnabili fortificazioni. Tempo a disposizione si potrà visitare il Museo Civico Archeologico e la Chiesa della Misericordia (ingressi a pagamento), oppure, in alternativa, la suggestiva ed unica in Europa spiaggia bianca delle Ghiaie con i suoi sassolini bianchi. Rientro in hotel per il pranzo. Nel pomeriggio trasferimento al porto di Portoferraio per effettuare le operazioni di imbarco e partenza per Piombino verso le ore 15.30; arrivo e partenza per il rientro a Benevento/Morcone e Campobasso.

 

ISOLA D’ELBA

Condividi

GAETA E PONZA

1° GIORNO: ARRIVO A GAETA – LA MONTAGNA SPACCATA – FORMIA

Partenza da Campobasso alle ore 7.30 da via Lombardia (pino nord-distributore del pane Barletta), transito per Morcone/Benevento, in autostrada per Gaeta e visita guidata, dove i resti di numerose dominazioni si sovrappongono in un insieme armonioso ed estremamente interessante. I resti romani, le roccaforti borboniche, il Duomo con influenze moresche permettono di leggere la storia della città che ha origini nella legenda e ha visto momenti particolarmente importanti per l’unità d’Italia. Pranzo libero. Proseguimento della visita della Montagna Spaccata luogo magico che si trova a Gaeta e che ogni anno attrae migliaia di visitatori affascinati dalle tre fenditure che si trovano sul promontorio. Qui sorge il Santuario della S.S. Trinità costruito nel XI secolo e affacciato sul monte Orlando. In serata arrivo in hotel. Sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento

2° GIORNO: ISOLA DI PONZA – RIENTRO

Prima colazione in hotel. Partenza da Formia per un giro alle isole Pontine con sosta a Ponza per una passeggiata lungo la costa con paesaggi mozzafiato. Pranzo a bordo (o come diversamente comunicato). Rientro al porto di partenza. Proseguimento in pullman Arrivo previsto in tarda serata.

Ponza

 

Condividi

GROTTE DI PERTOSA E CAPRI

23 maggio

Partenza da Campobasso in autobus GT in via Lombardia (pino nord – distributore del pane Barletta), alle ore 7.30, transito per Morcone/Benevento per le Grotte di Pertosa (Km 200) e visita delle grotte con ingresso a pagamento. Pranzo al sacco e proseguimento per Paestum (Km 68) e visita guidata della zona archeologica. Trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere, cena e pernottamento.

24 maggio

Colazione e partenza (Km 38) per Sorrento. Imbarco sulla nave per Capri ed arrivo a Capri Marina Grande. Visita dell’isola in minibus e trasferimento ad Anacapri. Soste per ammirare le caratteristiche e le bellezze che la fanno unica al mondo. Pranzo e trasferimento in minibus a Capri, visita della piazzetta e dei giardini di Augusto e trasferimento in minibus al porto e tempo libero.

E’ possibile inoltre, un giro facoltativo dell’isola in barca a prezzo modico in collaborazione con l’accompagnatore.

Imbarco da Marina grande nel pomeriggio per il rientro.

         Rientro in autobus nei propri luoghi di appartenenza.

 

GROTTE DI pertosa e Capri

Condividi

SUBIACO E TIVOLI 6-7 GIUGNO

Programma:

 

     1° giorno 6 GIUGNO

Partenza da Campobasso in via Lombardia (pino nord-distributore del pane Barletta) in autobus GT alle ore 7.30, transito per Morcone/Benevento e proseguimento per Subiaco (Km 155). Sosta in autogrill prima di prendere la strada interna. Arrivo a Subiaco. Visita dei locali annessi alla biblioteca di Santa Scolastica, dove sono conservati alcuni dei codici più preziosi che il monastero conservi. Il monastero di Santa Scolastica è stato il primo luogo in Italia dove si sono stampati i libri con la tecnica a caratteri modili inventata qualche anno prima da Gutenberg in Germania. A seguire visita del Monastero, con i suoi chiostri, quello rinascimentale, quello gotico e quello cosmatesco, il campanile e la splendida chiesa neoclassica opera di Giacomo Quarenghi, il celebre architetto italiano che monumentalizzò San Pietroburgo e progettò il teatro dell’Ermitage e il Palazzo di Caterina di Russia.

Pausa pranzo in centro a Subiaco per consumare il pranzo al sacco nei pressi del Ponte di San Francesco, da cui si gode di una splendida vista sul convento di San Francesco e sulla Rocca Abbaziale, di cui si parlerà nel primo pomeriggio, ricordando i Borgia, la celebre Lucrezia e tutti i personaggi che passarono da qui, compreso Nerone…che la scelse per costruire una fantastica villa quasi scomparsa.

Alle 15,30 visita del monastero di San Benedetto, detto Sacro Speco, parzialmente scavato nella roccia, e tutto completamente affrescato, Il complesso si estende a strapiombo lungo le falesie del Monte Taleo, su più piani, in un susseguirsi di chiese, cappelle, scale… In questo luogo Umberto Eco visse con i monaci benedettini, e nella loro biblioteca, nel silenzio della vita contemplativa, scrisse la prima bozza del suo celebre romanzo “il nome della Rosa”. Verso le ore 18.00 partenza per Tivoli/dintorni (Km 41) e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

2° giorno:

Colazione in hotel, incontro con la guida verso le ore 9.00 partenza per Villa d’Este: il sogno di un cardinale.

Probabilmente è una delle ville più famose del centro Italia, una delle prime cose che i turisti si precipitano a vedere quando sono a Tivoli: fu fatta costruire nel ’500 dal figlio di Lucrezia Borgia, il cardinale Ippolito d’Este, che incaricò l’architetto Pirro Ligorio di progettare uno dei giardini all’italiana più belli del mondo.

Rientro in hotel per il pranzo e nel pomeriggio visita di Villa Adriana: la città ideale. Questo luogo non avrebbe bisogno di presentazioni: è uno dei siti archeologici più grandi e famosi del mondo, testimonianza della volontà dell’imperatore Adriano di costruire “una città nella città” dove ritirarsi e trovare un po’ di pace, lontano da Roma e dagli intrighi di palazzo. Al termine tempo libero per una passeggiata fino alle ore 18.00. Partenza per il rientro a Campobasso.

11 BIS volantino Subiaco e Tivoli

Condividi

SICILIA ORIENTALE

SICILIA ORIENTALE

1° giorno: Catania –          20 giugno 2020

Incontro all’aeroporto di Napoli e partenza per Catania. Arrivo, incontro con la guida, sistemazione in bus e partenza per la visita del centro storico di Catania. Gravemente danneggiata dal terremoto del 1693 e successivamente ricostruita, la città presenta numerosi esempi d’architettura barocca: gli edifici religiosi in Via dei Crociferi, piazza Duomo, la Cattedrale, piazza Università, i palazzi e le chiese sulla lavica via Etnea. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

2° giorno: Siracusa – Noto

Colazione e partenza per Siracusa famosa in tutto il mondo per i numerosi monumenti e scavi d’epoca greco-romana custoditi nel Parco Archeologico: il Teatro Greco, realizzato nella roccia, il più grande impianto scenico teatrale dell’antichità; l’immenso Anfiteatro Romano, l’Ara di Gerone II, la latomia del Paradiso con la Grotta dei Cordari e l’Orecchio di Dionisio, la Tomba di Archimede. Visita dell’isola di Ortigia, antico nucleo della città, con la Fonte Aretusa e la Cattedrale, antico tempio di Athena. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio proseguimento per Noto, la capitale del barocco siciliano, quasi interamente ricostruita dopo il tremendo terremoto del 1693. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

3° giorno: Piazza Armerina – Caltagirone

Prima colazione in hotel e partenza per Caltagirone, famosissimo centro di produzione della ceramica. Visita della cittadina, con la scenografica scalinata decorata con vivaci maioliche. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio proseguimento per la visita alla Villa Romana del Casale di Piazza Armerina, il più grande esempio d’arte musiva romana in Sicilia. In serata trasferimento sulla costa ionica. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

4° giorno: Gole dell’Alcantara – Taormina

Prima colazione in hotel e partenza per l’escursione alle spettacolari Gole dell’Alcantara, costituite da nera roccia basaltica, alte circa 40 metri alla cui base scorre a volte placido, altre impetuoso, il fiume Alcantara. Rientro in hotel e pranzo. Nel pomeriggio visita di Taormina, splendida ‘Perla dello Ionio’, con il palazzo Corvaia, lo scenografico Teatro Antico simbolo della cittadina, l’Odeon, i Giardini Pubblici e le originali “Pagode”. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

5° giorno: Catania – Etna

Prima colazione in hotel e mattinata libera per Catania. Pranzo in hotel. Nel pomeriggio partenza con la guida per l’Etna, il vulcano attivo più alto d’Europa, fino ai crateri Silvestri a quota 1.900 mt. Verso le ore 18.00 circa trasferimento in aeroporto e modalità d’imbarco per Napoli. Arrivo a Napoli e partenza per il rientro a Campobasso.

SICILIA ORIENTALE

Condividi